seganala ad un amico stampa l'articolo

Integrazione Fasciale

Cos'è e a cosa serve

Etimologia:

Tipo di pratica: Il lavoro fasciale agisce sul rilascio delle tensioni muscolari. Ogni operatore utilizza progressivamente il suo peso e calibra l'intervento su aree specifiche del corpo. Le manovre hanno una durata variabile, da un minuto a diversi minuti. Attraverso l'uso delle dita, pugni, nocche, gomiti e mani, i tessuti vengono invitati distendersi ed assumono una consistenza sempre più flessibile, elastica e malleabile.

Beneficio principale: Ogni manovra su una specifica area ha la funzione di riportare il corpo alla sua originaria fluidità. Interviene su tutti gli aspetti dell’individuo, non solo fisici quindi, ma anche mentali, emotivi, e respiratori. L’integrazione fasciale ristabilisce così le armoniche interazioni tra i sistemi: muscolare, scheletrico, nervoso, endocrino, circolatorio, respiratorio, immunitario. Il riassetto posturale si ottiene dall'equilibrio di tutte queste funzioni. Il risultato del trattamento porterà un effettivo contributo alla nuova propriocezione del corpo oltre che alla trasformazione degli aspetti più disfunzionali e nevrotici della personalità.

 

Meccanismi d’azione: Dal punto di vista fisico l'Integrazione Fasciale agisce sui sistemi volontari e involontari del corpo. Il tessuto connettivo unisce ogni apparato e costituisce la base dell'insieme dei muscoli e delle fibre senza soluzione di continuità. Impatti ambientali o sistemi di credenze consolidati agiscono drammaticamente come i traumi fisici sul nostro corpo e compromettono il nostro benessere. Le manovre di integrazione fasciale agiscono su questi schemi recalcitranti e coatti. Possiamo immaginare ogni contrazione cronica come un deposito di memorie psichiche e fisiche delle quale non si è preso coscienza e alle quali non si è data una adeguata risoluzione.

 

Differenze con altre eventuali discipline esistenti: A differenza del Rolfing l'integrazione fasciale non privilegia la suddivisione delle sedute in dieci incontri. Poiché per risolvere uno squilibrio posturale o un trauma a volte può essere fuorviante trattare il corpo secondo un percorso definito. Occorre invece, secondo il modello dell'Integrazione Fasciale, cercare una chiave di lettura adeguata che sia di volta in volta creativa e specifica per il problema. L'operatore utilizzerà quindi il vocabolario di manovre che ha imparato nella sua formazione, e agirà sul tessuto manipolando e attivando la corazza da un punto di vista energetico e vegetativo. La sua esperienza lo porterà a servirsi di tutti i principi appresi per dirigere e calibrare nella giusta direzione ogni incontro. Dalla ricerca di un modello che risolvesse definitivamente la tensione nel corpo a più livelli: fisico mentale emotivo e della personalità.

Torna su >>

Origini e storia

L’Integrazione Fasciale è una sintesi di più modelli: l’Integrazione Posturale, il Rolfing, i Meridiani Miofasciali, la Bioenergetica, la Gestalt e la Psicosintesi. L’azione combinata di ognuno di loro è fondamentale nel riequilibrio delle più importanti funzioni fisiologiche e psichiche. L’Integrazione Fasciale migliora la propriocezione del corpo e trasformare gli aspetti più disfunzionali e nevrotici della personalità. Comprendere il ruolo della fascia nei movimenti, negli squilibri posturali e nel carattere è il punto di incontro di medici, chirurghi, fisioterapisti, kinesiologi, psicologi e terapisti della riabilitazione in genere.

 

Data e fondatore: nata nel 2006 e istituzionalizzata con registrazione del marchio e logo nel 2012 da Marco Montanari

Come è nata: Dalla ricerca di un modello che risolvesse definitivamente la tensione nel corpo a più livelli: fisico mentale emotivo e sotto il profilo della personalità. A tutte le persone di tutte le età.

Torna su >>

A chi è consigliato

A tutte le persone di tutte le età.

Torna su >>

A chi è sconsigliato

Alle persone che presentano i disturbi fisici indicati nelle controindicazioni assolute e generali secondo il modello dell’integrazione fasciale.

Torna su >>

Particolarmente efficace se praticata insieme a...

Sedute di craniosacrale

Torna su >>

Tempo di pratica per godere dei benefici

Durata minima  di un ciclo:  minimo 5 sedute. Ma lo standard è di 10 sedute per avere un effetto risolutivo e duraturo

Periodicità: Una volta a settimana per iniziare con la possibilità di dilatare gli incontri a una seduta ogni quindici giorni dopo le prime cinque.

Come si svolge un incontro:

Singolo o in gruppo:  Singolo (gli incontri in gruppo avvengono solo durante la formazione).

Caratteristiche dello spazio dove si svolge l’incontro: Si svolgono in uno studio su un materassino a terra.

Torna su >>

Cosa serve per esercitare

Abbigliamento comodo e costume da bagno se necessario.

 

Torna su >>

Requisiti formativi di un bravo operatore

deve aver frequentato la formazione di Integrazione Fasciale®

Torna su >>

Scuole e centri di formazione riconosciuti

formazione di Integrazione Fasciale® di Bologna

Torna su >>

Associazioni rappresentative di categoria riconosciute

Associazione di Integrazione Fasciale® di Bologna

Torna su >>

Libri consigliati per saperne di più

Thomas W. Myers
Meridiani Miofasciali
Percorsi anatomici per i terapisti del corpo e del movimento
Tecniche Nuove Edizioni

 

La seconda edizione, presentata con un nuovo layout e design, include numerosi aggiornamenti:

thomas myers
anatomy trains second edition
alexander lowen
il linguaggio del corpo

 

 

"La bioenergetica è una tecnica terapeutica che si propone di aiutare l'individuo a tornare a essere con il proprio corpo".
alexander lowen
bioenergetica

 

Il Rolfing è un metodo di lavoro corporeo che si sviluppò negli anni 1940 e '50 negli Stati Uniti grazie alle intuizioni della Dr. Ida Rolf.

ida rolf
rolfing
mediterranee 1996

  

la nostra è un'esistenza ''incarnata''. Il nostro vissuto corporeo si intreccia con quello mentale:
james kepner
body process
franco angeli 1993

Torna su >>

Libri consigliati per saperne di più

Formazione in integrazione fasciale 2013

Torna su >>

seganala ad un amico stampa l'articolo

Disclaimer
Om OlisticMap contiene informazioni riguardanti le discipline olistiche e bio-naturali per lo sviluppo fisico, mentale e spirituale dell'individuo, che hanno lo scopo comune di migliorare la qualità della vita mediante la stimolazione e il riequilibrio delle risorse vitali della persona per favorire il raggiungimento, il miglioramento e la conservazione del benessere naturale. 

Tali informazioni non sostituiscono in alcun caso il consiglio di un medico o di altri operatori sanitari che sono i soli soggetti abilitati legalmente alla professione. Le pratiche descritte non si prefiggono la diagnosi e la cura di specifiche patologie, non sono riconducibili alle attività di cura e riabilitazione fisica e psichica della popolazione e agiscono al di fuori di qualsiasi concetto terapeutico attinente all'ambito sanitario.



Cerchi un operatore di
Integrazione Fasciale?



 

> Registrati | Hai dimenticato la password?