menu
Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più Clicca qui.
Accetto

MASTER IN PSICOMOTRICITÀ

OlisticMap - Master in Psicomotricità thumb
Mappa
Contatta
    Titolo
Master in Psicomotricità
    Sottotitolo
Master organizzato in collaborazione con: SINP Società Italiana di NeuroPsicomotricità
    Categoria
Corsi di formazione
    Organizzatore
    Telefono
    Website
    Data
06-02-2021
    Durata
196 ore
    Attestati / Crediti
Attestato di: Psicomotricista - 50 crediti ECM
    Location
TartucaPiù
    Indirizzo
via B. Zendrini, 22 - Milano (MI)
DESCRIZIONE

Il Master in Psicomotricità offre un percorso di formazione attraverso il quale acquisire strumenti e competenze nell’ambito della mediazione corporea e della relazione d’aiuto. Lo Psicomotricista postula alla base del proprio intervento l’unità della persona e i suoi interventi sono rivolti a favorire un armonico sviluppo psicomotorio, a prevenire disagi della relazione e dell’apprendimento inoltre nella sua dimensione di esperto della relazione d’aiuto agisce con l’obiettivo di facilitare l’interazione e la piena integrazione tra l’area motoria, cognitiva e affettiva. Tutto ciò attiva e favorisce la progressiva conoscenza di se e la meglior gestione delle proprie relazioni interpersonali.
Il diplomato in Psicomotricità può lavorare in centri sanitari, case di riposo, palestre, centri olistici, studi specialistici oltre che in ambito privato.

A CHI SI RIVOLGE

II master è rivolto a tutti gli operatori interessati a svolgere il proprio lavoro in strutture socio-sanitarie, pubbliche o private, palestre, case di riposo, centri olistici e privatamente.
E’ progettato per gli operatori interessati ad una professionalizzazione in grado di rispondere a richieste di presa in carico supportive, educative, abilitative, riabilitative e in generale nella dimensione della relazione d’aiuto. Per accedere occorre essere Laureati (o
iscritti) in discipline umanistiche, educative, assistenziali o socio-psicologiche.

COSA IMPARI

Nello specifico nel laboratorio esperienziale verranno affrontate le seguenti tematiche:
• percezione (percezione cinestesica – tattile – uditiva – visiva) coscienza e consapevolezza del corpo, espressività corporea e schema corpore, lateralità, percezione dello spazio/tempo/ritmo e gesto nella comunicazione;
• memorie corporee e strategie psicomotorie nella prospettiva educativa;
• le emozioni nella pratica educativa psicomotoria;
• gli aspetti riguardanti la dimensione corporea e soggettiva dello psicomotricista di fronte all’utente;
• la crescita armonica del soggetto e le potenzialità formative ed espressive del corpo in movimento per favorire l’integrazione scolastica, nei contesti di vita e l’essere cooperativi;
• strumenti di osservazione psicomotoria del soggetto e di auto-osservazione della relazione.

PERCHÈ PARTECIPARE

Obiettivo del Master è quello di permettere ad ogni partecipante, in base alle sue competenze ed esperienze pregresse, di esprimere pienamente un miglioramento dell’efficacia dei suoi interventi specialistici, nell’ottica di promuovere e sostenere oltre alle specifiche qualità dell’ambito psicomotorio anche le sue competenze relazionali e comunicative all’interno dei processi di aiuto.
La sua preparazione potrà anche servire da punto di riferimento per l’applicazione di quelle procedure che, sia in termini di progettazione individuale, sia come risultato di progettazioni di equipe, risultano adeguate ed efficaci in base alla letteratura e alle esperienze scientifiche che fungono da linee guida del settore.

ARGOMENTI TRATTATI

Le attività formative sono suddivise in: lezioni teorico-pratiche in aula e vissuti psicomotori in laboratori esperienziali con l’obiettivo di portare i discenti:
• al riconoscimento delle funzioni psicomotorie nello sviluppo del bambino;
• allo sviluppo di conoscenze e competenze riguardanti l’educazione psicomotoria come strumento metodologico che utilizza il movimento, le tecniche a mediazione corporea e la relazione per lo sviluppo degli apprendimenti e dei processi motivazionali;
• all’impiego della metodologia dell’auto-osservazione in relazione all’utilizzo del proprio corpo nella relazione con le diverse utenze;
• all’approfondimento e la condivisione degli aspetti riguardanti la pratica psicomotoria e le tecniche a mediazione corporea, con l’obiettivo di riflettere sui contenuti emersi dal lavoro esperienziale proposto e promuovere cambiamenti migliorativi nella relazione educativa.

PROGRAMMA

Il Master in Psicomotricità offre un percorso di formazione approfondito e fortemente orientato alla professionalizzazione dei partecipanti grazie all’uso di una metodologia attiva, pratica grazie alla formazione esperienziale.
La Psicomotricità negli ultimi anni ha visto diversi cambiamenti, proponendosi non solo nell’ambito dell’età evolutiva come strumento per verificare la complessità dello sviluppo del bambino e la relazione del corpo con il mondo esterno attraverso il gioco spontaneo e/o
strutturato, ma anche nell’ambito dell’adolescenza dove il soggetto può confrontarsi con le proprie debolezze, inquietudini e difficoltà, in una cornice di accettazione incondizionata e non giudicante.
La disciplina psicomotoria-relazionale mira a rivalutare nell’anziano (soprattutto quello istituzionalizzato) la riscoperta dell’immagine di sé e la riattivazione di un mondo interiore di esperienze e di creatività; così come nei disturbi dell’alimentazione la stessa diventa uno strumento per il recupero dell’immagine del corpo con e attraverso il gruppo.
Altri ambiti quali quello psichiatrico e della disabilità diventano un terreno da esplorare per ridimensionare i vissuti disturbanti del soggetto, grazie al movimento, la relazione individuale e/o di gruppo di un corpo-mente che può migliorare la capacità di autonomia e la stessa qualità di vita.
La Psicomotricità diventa così uno strumento che permette di far emergere le risorse spontanee dei soggetti, adottando un atteggiamento di osservazione nell’ambito del movimento, del gioco, in una cornice emotiva e relazionale, con l’obiettivo di favorire la progressiva conoscenza di sè e la miglior gestione delle proprie relazioni interpersonali.
Il modello psicomotorio è il metodo relazionale di Cecilia Morosini, che definisce la psicomotricità “come la progressiva capacità di comunicare e relazionarsi con l’ambiente, attraverso il movimento”.
Questo progetto di formazione prevede, oltre alla Psicomotricità, elementi di diverse tecniche a mediazione corporea quali la danzamovimentoterapia, una forma di arteterapia che utilizza la musica e il movimento, favorendo così la percezione del proprio corpo ed il collegamento con lo stato emotivo del momento e l’espressione dello stesso, la bioenergetica caratterizzata
da esercizi corporei che hanno lo scopo di tendere e sciogliere i muscoli, di aumentare la respirazione, il livello di energia del corpo, la percezione delle sensazioni e l’espressione delle emozioni.
Inoltre, per la prima volta, è stato inserito nel programma un modulo sulla Mindfulness, in particolare nella sua declinazione psicosomatica. È un ulteriore approfondimento sul tema della consapevolezza corporea, della sua integrazione con le discipline psicomotorie nella prospettiva del recupero e sviluppo della dimensione del benessere e dell’unità mente-corpo.

PREZZO, OFFERTE E SCONTI/PROMOZIONI

€ 3.300,00 + iva
Sconto 10% per studenti
Sconto 5% per pagamento con soluzione unica
Sconto 5% per iscrizione multipla

LOCATION

via B. Zendrini, 22 Milano