menu
Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più Clicca qui.
Accetto
OlisticMap - Trance Dance

Trance Dance

Cos'è e a cosa serve

In moltissime tradizioni e culture la trance dance rappresenta un rituale di ricerca del sacro. È una pratica di guarigione e trasformazione che attraverso il ritmo e il movimento riattiva la connessione con l'energia della Terra e con il proprio potere espressivo e creativo.

La trance dance si pratica a piedi scalzi, a diretto contatto con la terra. Una benda impedisce la vista, il senso normalmente più utilizzato, favorendo l'espansione di nuove capacità percettive. Il corpo viene lasciato libero di seguire spontaneamente ritmi e sonorità ipnotiche. Le emozioni che emergono vengono espresse dalla voce e trasformate dal respiro e dal movimento.

Effetti e benefici

Attraverso questo tipo di danza il corpo sperimenta la libertà di espressione e si libera da tensioni e blocchi emozionali, mentre la mente si apre a nuove possibilità. L'energia vitale torna a fluire liberamente ed è possibile sperimentare l'integrità spirituale e la connessione con il divino.

Origini e storia

La trance dance viene praticata da secoli in tutto il mondo da africani, nativi americani, orientali ed europei. Sono esempi di trance dance anche alcune danze sarde o la Tarantella che veniva ballata nel sud Italia per ore e ore consecutive allo scopo di vincere il veleno della tarantola.

Disclaimer
Om OlisticMap contiene informazioni riguardanti le discipline olistiche, bio-naturali, medicine non convenzionali, le professioni della relazione di aiuto, che hanno lo scopo comune di migliorare la qualità della vita delle persone o delle organizzazioni, mediante lo sviluppo delle potenzialità e il riequilibrio delle risorse vitali, per favorire il raggiungimento, il miglioramento e la conservazione del benessere naturale.
Tali informazioni non sostituiscono in alcun caso il consiglio di un medico o di altri operatori sanitari che sono i soli soggetti abilitati legalmente alla professione. Le pratiche descritte non si prefiggono la diagnosi e la cura di specifiche patologie, non sono riconducibili alle attività di cura e riabilitazione fisica e psichica della popolazione e agiscono al di fuori di qualsiasi concetto terapeutico attinente all'ambito sanitario.