menu
Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più Clicca qui.
Accetto
OlisticMap - Cristiana Munzi

Cristiana Munzi

Yoga

Roma (RM)

Mappa
Contatta
    Tipologia
Operatore
    Telefono
    Facebook
    LinkedIn
    Titolo di studio
Laurea in Filosofia con la votazione 110/110 e Lode presso l'Università
    Opera a domicilio
Si
CHI SONO

BIOGRAFIA CRISTIANA GĪTĀ MUNZI



Cristiana Gītā Munzi, si è laureata con lode in filosofia (Estetica) all’Università “La Sapienza” di Roma con il Professor Emilio Garroni, sull'apollineo e il dionisiaco nella Nascita della Tragedia dalla spirito della musica di F. Nietzsche, con un tesi ritenuta degna di pubblicazione dal CNR.

Il suo lavoro con Rai Radio 3, altre radio e l'insegnamento non solo del metodo dello Yoga, è imperniato sulla ricerca umanistica, sociale, spirituale (non materialistica) e naturalistica del bene proprio e degli altri, anche attraverso la diffusione musicale.

Dopo avere vinto una Borsa di studio con il DAAD e un soggiorno a Berlino di più di un anno, pubblica un articolo dalla sua tesi su Almanacchi Nuovi, Rivista di Filosofia e questioni sociali, 2/1996, ma, in seguito a una crisi esistenziale, decide di abbandonare la filosofia di Nietzsche per alcuni lati esposta a un cattivo utilizzo, e lo studio solo teorico e a volte chiuso nelle accademie della filosofia occidentale. Comincia per questo a studiare le filosofie orientali, in particolare la filosofia e il metodo pratico dello Yoga, aperto a tutti.

Grazie ai suoi studi musicali (di Composizione al Conservatorio di S. Cecilia di Roma con la Maestra e compositrice Teresa Procaccini e precedentemente con Louisa Di Segni Jaffé, pioniera in Italia del Metodo Dalcroze, con la quale impara alcune tecniche di improvvisazione al pianoforte), viene chiamata per la programmazione musicale di alcune stagioni estive della mattinata di Rai Radio 3 (Mattino 3), emittente alla quale aveva portato il curriculum.
In seguito a diverse proposte di programmi di musica sacra e profana, occidentale e orientale alla redazione romana musicale di Radio Vaticana, viene accolta come collaboratrice esterna, autrice, montatrice e conduttrice di quella che era l'unica emittente di musica classica a Roma oltre Radio 3. In seguito proporrà, realizzerà e presenterà trasmissioni di musica classica anche per Rai Radio 3, WikiMusic, su personaggi con rimandi simbolici e storici a favore della pace:
Leone Sinigaglia (https://www.raiplayradio.it/audio/2020/05/WIKIMUSIC---Leone-Sinigaglia-38bc9ceb-ce8f-43f2-b74c-cbb12d0b94e6.html)
e Turandot di Puccini (https://www.raiplayradio.it/audio/2021/04/WIKIMUSIC---Turandot-di-Giacomo-Puccini-9f833641-09eb-43ea-80bb-2e1192dde1ce.html).

Inoltre traduce per la casa editrice Astrolabio-Ubaldini e poi per Terra Nuova Edizioni diversi libri di filosofia orientale e trova un terreno comune di ricerca di senso, plurale e laica, nella collaborazione con la trasmissione radiofonica di Rai Radio 3 "Uomini e profeti" dal 2000, allora con Gabriella Caramore, in particolare come consulente musicale e sino a oggi.

Per ridare allo Yoga l’antica dignità filosofica, non solo pratica, ha ideato, realizzato e condotto quattro puntate dal titolo "La parola Yoga" per il programma “Passioni" di Rai Radio 3, un'analisi storica di questo termine dalla sua prima comparsa nei testi antichi sino al cosiddetto ‘Yoga moderno’. A tal fine ha dialogato con alcuni dei massimi esperti del mondo italiano accademico; tra gli ospiti: il Professor Stefano Piano, autore dell'Enciclopedia dello Yoga; Raffaele Torella, noto e autorevole Professore ordinario, esperto a livello internazionale di testi tantrici; Gianni Pellegrini, insigne sancritista; Federico Squarcini, direttore del Master di Yoga all’Università Ca’ Foscari di Venezia, autore di un'importante edizione degli Yogasūtra di Patañjali e Gioia Lussana, massima esperta di Yoga Kashmiro non-duale, altri.

Per Passioni, Rai Radio 3, aveva già realizzato un ciclo di quattro puntate con e sul Maestro e monaco zen vietnamita Thich Nhat Hanh, stimato da Martin Luther King Jr., che lo propose come premio Nobel per la Pace per le azioni di aiuto, sue e della monaca Chan Khong, durante la guerra in Vietnam. Cristiana Munzi li segue per dieci anni e ne riceve il nome “Vera comunicazione del cuore”. Ne aveva tradotto alcuni libri: "Fare pace con sé stessi" (Ed. Terra Nuova) e "Nulla da cercare", Ed. Astrolabio Ubaldini, (con Aldo Bernabini, che laureato con lode in Storia dell'Arte medievale, dopo un soggiorno di due anni a Londra e a Parigi, si è dedicato allo studio approfondito dei testi della tradizione buddhista e taoista). Di conseguenza, aveva intervistato Thich Nhat Hanh e la monaca Chan Khong in una puntata dal titolo: ”La pace in azione”, (20/10, 2012), per Uomini e profeti, Rai Radio 3, per realizzare infine come già accennato per Passioni, Rai Radio 3 “Le dimore divine dell’amore”, (12/2013), quattro puntate sulle quattro virtù affettive comuni a tutte le tradizioni buddhiste (Brahmavihāra) e la vita e gli insegnamenti di Tich Nhat Hanh, accolte positivamente da B. Gambarotta sulla Stampa del 31 dicembre 2013. Queste ultime trasmissioni, oggi datate e quindi non più reperibili nell'archivio di Rai Radio 3, sono ascoltabili sul blog che Cristiana Munzi ha creato proprio allo scopo di recuperare le trasmissioni perdute, non solo sue: radiozen.zeninthecity.org, all'interno di zeninthecity. org di Paolo Subioli. Nel blog continua anche l'approfondimento di testi e tradizioni del Buddhismo e dello Yoga con accademici e monaci.
La parola Yoga dopo avere ricevuto un ottimo riscontro di ascolti anche utilizzata in lezioni di storia dello Yoga, è anch'essa in corso di eliminazione dall'archivio di Radio 3 e non è stata ancora inserita nel blog. È reperibile qualche puntata su Internet, digitando sul motore di ricerca: La parola Yoga, Cristiana Munzi.
Inoltre Cristiana Munzi ha realizzato, sempre per “Passioni” Rai Radio 3, quattro puntate sullo Zen intitolate: "La parola zen" (4/5 2016),
(https://www.raiplayradio.it/playlist/2018/02/Passioni-2016-La-parola-Zen-di-Cristiana-Munzi-5d47b030-74af-4443-a6ea-be7ffae92f70.html)

e quattro puntate su Jiddu Krishnamurti intitolate: ”Jiddu Krishnamurti, la paura e l’amore"
(5/6,2017) (https://www.raiplayradio.it/playlist/2018/02/Radio3-Passioni-2017-Jiddu-Krishnamurti-La-paura-e-lamore-di-Cristiana-Munzi-d7861362-039e-4979-a361-6fbc87878b8f.html).

Di J. Krishnamurti aveva precedentemente tradotto due libri per la casa editrice Astrolabio-Ubaldini: "Sulla paura"; "La rivoluzione comincia da noi", con Aldo Bernabini.

Nel frattempo si è diplomata come insegnante di Yoga dopo un corso di quattro anni di filosofia dello Yoga (una delle cosiddette sei 'visioni filosofiche' tradizionali indiane ) con il Professor Mauro Bergonzi dell'Università L'Orientale di Napoli e dopo quattro anni di pratica residenziale con Antonio Nuzzo, uno dei più noti insegnanti italiani, cofondatore della prima scuola di insegnanti in Italia, allievo diretto di Satyananda, autorevole rappresentante delle antiche geneaologie di Maestri indiani, e Vimala Thakar, pensatrice indiana, amica di Jiddu Krishnamurti. Infine in seguito ad alcune pratiche con la monaca indiana Yogamudrananda, discepola di Satyananda, riceve il nome Gītā (Ghita), ‘Canto sacro’.
Ha insegnato per più di vent’anni, (Federazione Mediterranea Yoga), con l’impegno di risvegliare la consapevolezza, vedere la sofferenza interiore evitabile, inutile e dannosa e dedicarsi a una dimensione più ampia, luminosa, gioiosa e amorevole dell’esistenza, in sé e negli altri, in un percorso che ritiene infinito. Ha sempre affiancato all'insegnamento, per quanto possibile, attività di volontariato nella città di Roma, non solo con lo Yoga, ma anche con attività di aiuto a persone in strada o d' insegnamento scolastico, insieme a gruppi cristiani, incoraggiata dall'attività in età giovanile, come professoressa di Storia e Filosofia all'Istituto linguistico Santa Giuliana Falconieri, attività che poi aveva deciso di non proseguire.

Ha soggiornato per periodi lunghi e brevi - ma mai abbastanza per risultati stabili e duraturi - presso i centri laici di pratica zen nella tradizione di Thich Nhat Hanh, in particolare con la guida dei Maestri di Dharma, Helga e Karl Riedl (Intersein Zentrum), esperienza fondamentale per esercitarsi nel portare la pratica di Yoga e di consapevolezza nella vita quotidiana. Ha praticato la meditazione vipassana per diversi anni con il Maestro di Dharma, Corrado Pensa, (A.Me.Co) e l'abate buddhista theravada, Ajahn Chandapalo (Monastero Santacittarama) e i maestri del centro Zenanshin.

Ha partecipato per alcuni anni come insegnante allo Yogafest di Matera.

ESPERIENZE SIGNIFICATIVE

Ora, 6/2021, la ricerca con i praticanti è sospesa per l'avvenuta assunzione a Rai Radio 3. Se possibile continuerò eccezionalmente qualche pratica sempre a offerta libera con particolare cura al respiro e alla conoscenza di sé , oltre che con qualche tecnica di aiuto per i soli disturbi clinicamente diagnosticati esclusivamente come psicosomatici. Procederà sempre l'applicazione per quanto possibile testuale dei sutra antichi di Yoga e Hatha Yoga, in particolare della condotta etica, dell'espansione e del senso di unione con noi stessi, tutti gli esseri, la vita: "Non c'è miglior amico che la conoscenza, maggior nemico che l'egoismo". (Gheranda-samithā).
CURRICULUM D'INSEGNAMENTO DELLO YOGA
"Lo Yogin che desidera la perfezione deve tenere segreta in sommo grado la scienza dello Yoga, poiché essa tenuta celata è potente ma divulgata perde il proprio vigore." Ho compreso per la prima volta questo brano dalla Lucerna dello Hatha-Yoga, (Hathayogapradīpīka) di Svātmarāma, testo del XV secolo circa, dopo diversi anni d'insegnamento, poiché la pratica dello Yoga è intima e non pubblica, seppure aperta a tutti; è profonda, complessa e impegnativa e difficilmente si può ridurre a un discorso divulgativo, se non storico e culturale, tanto meno può essere semplificata, edulcorata e mistificata per fini commerciali e di gradimento.
Quasi vent'anni fa fa ho cominciato a insegnare quattro volte alla settimana al centro L'albero e la mano di Trastevere e a tempo pieno in un mio personale centro nella zona di Piazza Bologna a Roma, oltre che in diverse palestre in zona Portonaccio, Fleming e Balduina. Ma ormai da tempo, sino alla pandemia, mi sono attenuta a lezioni "Da cuore a cuore", nel mio studio privato da concordare insieme e ho condotto pratiche la domenica sera con piccoli gruppi presso lo spazio 'Percorsi' a Via Carlo Emanuele I, 47 (Metro Manzoni) con lezioni di un'ora e trenta dalle 19 , richiedendo sempre soltanto un'offerta secondo le possibilità di ciascuno. Ho partecipato per diversi anni come insegnante al Matera Yoga Fest dell'associazione Yoga Matha, con pratiche di gruppo con riferimento ai testi della tradizione.

PROFILO PROFESSIONALE

Federazioni / Associazioni di riferimento

• Dal 2016 membro dell'associazione professionale Mediterranea Yoga - Lazio

Percorsi di formazione

• Attestato di Diploma di abilitazione all'Insegnamento dello Yoga di Yoga rilasciato da Advaitayogasangha, Maestro Antonio Nuzzo. a seguito di un corso della durata di 4 anni

DISCIPLINE PROPOSTE

• Dal Insegnante di Yoga

DOVE SONO

"Percorsi". Via Carlo Emanuele I, 47 Roma (RM)
Telefono: (+39) -335 8307674